La Delega di Pagamento

 

La Delega di Pagamento, è una particolare formula finanziaria che permette a lavoratori dipendenti, pubblici, privati, statali, forze armate, di ottenere un prestito personale non finalizzato e rimborsare mensilmente le rate con trattenuta diretta sulla busta paga, a cura del datore di lavoro.
Trova il proprio fondamento giuridico nel Codice Civile (art.1269 e seguenti), nelle leggi dello Stato (D.P.R. n.180 DEL 1950) e specifici riferimenti nelle Circolari e Regolamenti Ministeriali.

La domanda di finanziamento, accettata dal datore di lavoro, è a firma singola, tasso fisso, rata costante e non richiede alcun giustificativo di spesa; i piani di rimborso variano da un minimo di 24 a massimo di 120 mesi, a secondo delle proprie esigenze, richiedendo anche importi elevati rispetto ad altre forme di finanziamento.  La rata può arrivare fino al 50% dello stipendio netto percepito e coesistere con altri impegni (cqs, dilazione premi assicurativi, etc.) e/o disguidi finanziari (trattenute obbligatorie, alimenti, etc), che altrimenti non consentirebbero di accedere al credito del circuito bancario.
Non prevede garanzie aggiuntive, oltre la retribuzione netta percepita, l’anzianità di servizio maturata e il TFR(Trattamento di Fine Rapporto) accantonato, per i dipendenti di aziende private; è invece obbligatorio, la stipula di un contratto assicurativo, il cui onere è compreso nella rata di rimborso e garantisce il rischio contro perdita impiego e rischio vita.

Tale garanzia, costituisce sicurezza e serenità al richiedente, al nucleo familiare, all’istituto erogante e conseguentemente determina la competitività economica. E’ prevista la facoltà di estinguere anticipatamente il contratto, con il recupero degli interessi e oneri non maturati.
Condizioni particolarmente vantaggiose, grazie a convenzioni specifiche, stipulate con Enti, Ministeri e Amministrazioni, pubbliche e private.